Meglio tornare indietro

Quando non sai che direzione prendere meglio tornare indietro. A sé stessi.

Tutti ci dicono che nella vita si cresce. Che la tristezza e il rock sono una fase adolescenziale; che non puoi vivere di vestiti neri e borchie; che quando avrai un lavoro e delle responsabilità dovrai vestirti in maniera decente e smetterla di comportarti come un invasato.

Ebbene io non ne sono tanto sicura. Ho fatto questo cambiamento in maniera che mi sembrava naturale, ma in realtà era un adeguarmi a quanto facevano gli altri e a quanto gli altri si aspettassero da me. Ma dentro di me non ha funzionato. Mi vestivo in maniera diversa e mi comportavo da Principessa sul Pisello credendo che fosse un segno di maturità, ma mi sentivo sempre come se avessi l’abito della festa e non i miei vestiti.

Sono arrivata arrivata punto da non riconoscermi, nelle scelte che facevo come anche nel mio atteggiamento. Così ho deciso deciso cambiare rotta, ma senza scegliere una delle altre strade che mi si snodano davanti. Ho scelto di tornare indietro, verso me stessa: voglio prima capire chi sono davvero e quale deve essere la mia vera naturale evoluzione – non quella che si aspettano gli altri.

L’adolescenza è tornata: porto vestiti neri, trucco nero e mi comporto come un’adolescente in gita scolastica. Sto di nuovo bene, perché sono tornata me stessa. Ora, forse, potrò ricominciare ad andare avanti, ma per la mia strada.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...