Let the sunshine in

Quello che tutti dovrebbero fare quando si sentono cupi e confusi.

I problemi vanno affrontati, senza dubbio. E non perché debbano essere risolti per forza, ma anche solo per conoscerli fino in fondo e prendere coscienza della loro esistenza. Negare che un problema esista vuol dire perdere, lasciar vincere e prosperare il problema.

Ma affrontarlo con durezza, facendo delle rinunce per arrivare all’obiettivo non mi è mai venuto facile. Non riesco a usare il metodo spartano: piuttosto muoio di fame, ma devo arrivare alla meta. Affrontare così il problema, per me, vuol dire creare scontento dentro sé e attorno a sé.

Sarebbe molto più facile lasciare che “la luce splendente del sole sia dentro di te”. Affrontare il problema lasciando che il tuo operato si unisca a quanto fanno già gli altri attorno a te, a quanto il destino lascia che possa accadere. Il peso del mondo non può essere tutto sulle mie spalle, non posso crederci. Devo lasciare, perciò, che anche il problema si evolva, mentre lo sto risolvendo, di modo da fornirmi sempre una nuova sfida.

Devo abbandonare i pensieri cupi, che non mi fanno dormire la notte, e iniziare a lasciar entrare dentro di me la luce del sole. Il problema si risolverà: col mio esclusivo contributo o con la collaborazione di qualcuno accanto a me, ma si risolverà. La notte non dura per sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...