Alla faccia di Batman

Mi fanno ridere i supereroi: la vera doppia vita è quella di tutti i giorni.

Vai a lavoro e ti sforzi di essere sociale, di essere formale, di essere almeno “decente”, sia nel vestire che nel modo di essere.

Stai a casa, anche per un solo giorno, e diventi un bradipo, aggrappato alla scopa Swiffer, che passi con rassegnazione e lentezza. Tutti i buoni propositi di correttezza e sobrietà mandati a quel paese dalla tuta infilata nei calzini e dalla colazione a base di dolcetti al rum.

Chissenefrega se Batman vola e picchia i cattivoni: il salvataggio maggiore è quello che fai al tuo cervello nella trasformazione tra casa e lavoro. Metti in pausa il cervello (e anche il resto del corpo) e trasformati nell’Uomo-tarma.

3 pensieri riguardo “Alla faccia di Batman

    1. Riesce a planare col suo mantello; direi che è già molto più di quello che riesco a fare io col mio cappotto. Ha tremila mezzi di trasporto, fra macchine, piccoli jet ed elicotteri… Ripeto: sempre più di quanto possa fare io con i miei semplici piedi. 😅

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...