E i tacchi alti a noi

L’esistenzialismo scatenato dal dolore da tacchi alti.

Nell’antica Grecia le scarpe col tacco alto venivano indossate sia dagli uomini che dalle donne. Principalmente servivano agli attori delle tragedie che dovevano interpretare personaggi importanti, come i grandi protagonisti (Edipo, Medea ecc.) o delle divinità (Zeus, Ares ecc.) Il concetto di base era che, dovendo interpretare dei soggetti importanti, superiori agli altri uomini, evidenziavano fisicamente il concetto sovrastando in altezza gli altri attori.

Questo concetto di superiorità fisica = superiorità morale passò alla vita pratica e quindi alla politica. Nobili e governanti (tiranni o re che fossero) iniziarono a usare anche loro le scarpe col tacco, per essere superiori in ogni senso agli altri. Inoltre il loro compito maggiore era esistere, quindi la scomodità dei tacchi non gli impediva certo di fare il loro lavoro.

Nei secoli la cosa si conservò fino a Luigi XV, decapitato dai fautori della Rivoluzione francese. Da quel momento in poi, però, il popolo prese il potere e il popolo non portava scarpe coi tacchi. Il popolo era fatta di gente che lavorava, si sporcava le mani e camminava sicura con scarpe comode. 

Popolo al potere ma soprattutto uomini al potere. Da quel momento in poi, infatti, paradossalmente era più difficile trovare una donna al governo che non fosse la regina d’Inghilterra. Quindi le donne iniziarono a essere designate come essere accessori. Se nate in famiglie povere “l’angelo del focolare”, se nate in famiglie ricche un bel soprammobile. In particolar modo quelle ricche, quindi, erano viste come esseri inservibili, che non dovevano fare nulla nella loro vita se non sembrare carine. Per questo motivo, visto che ormai le scarpe col tacco avevano assunto l’accezione di “scarpa inutile”, se le potevano beccare solo le donne.

E grazie, eh! Perché non bastavano il ciclo, la gravidanza e i peli superflui. Grazie davvero.

Alcuni fatti storici qui riportati sono veri, altri dovuti solo al mio mal di schiena e mal di piedi. Sto scherzando, gente!

2 pensieri riguardo “E i tacchi alti a noi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...