L’altro

Si ha sempre paura dell’altro.

E non mi riferisco solo agli stranieri o agli alieni; non serve allontanarsi più di tanto per trovare qualcuno che puoi definire come “altro”.

L’altro è quello che cammina dal lato opposto della strada e ti guarda storto o come se ti volesse mangiare e tu pensi “Devo accelerare il passo, se no quello mi insegue.”

L’altro è quello seduto accanto a te sul pullman che ti ha fissato per un secondo in più e tu inizi a chiederti se l’ha fatto perché credeva di conoscerti o perché ha cattive intenzioni.

L’altro, in parole povere, è chiunque, è il prossimo. Non si può amare il prossimo se si ha paura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...