Fulminata

Per spiegare il mio stato d’animo ho bisogno di un’immagine un po’ complessa.

Dovete immaginare un’enorme stanza tutta bianca. Non ci sono mobili in questa stanza e nemmeno finestre. Solo pareti bianche e pavimento di marmo bianco. E al centro del soffitto, pendula e senza protezione, un’unica lampadina vecchio stampo.

Dovete immaginare, poi, che all’improvviso in questa stanza c’è un ragazzino. È solo un bambino molto curioso e vivace. Si guarda attorno e si accorge che su una delle pareti lisce e bianche della stanza c’è un interruttore. 

Lui lo preme e la lampadina si accende. La stanza da bianca diventa giallastra: è ancora più bella, sembra quasi un’altra stanza. Poi ripreme l’interruttore e tutto torna come prima. 

Il ragazzino ha scoperto un nuovo splendido gioco, che non finisce mai di meravigliarlo e divertirlo. Così inizia a premere l’interruttore in continuazione e la lampadina si accende e si spegne, si accende e si spegne, sempre più frequente e sempre più veloce.

Dopo un bel po’ di questo giochetto la lampadina fa puff! e si fulmina. Il ragazzino ci rimane male: non voleva rompere la lampadina; non pensava si potesse rompere. Ma ormai la lampadina è fulminata e lui non sa che farsene di quella grande stanza bianca.

Ecco, io sono così: fulminata.

4 pensieri riguardo “Fulminata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...