Cenere sulla testa

Chiedo scusa. È un lungo periodo che mi sembra non aver fatto altro.

Non so se è mai capitato anche a voi, ma ci sono momenti nella vita in cui credi di star sbagliando tutto. Solo che questi momenti si dividono in due categorie: i momenti in cui tu hai la sensazione di star sbagliando tutto, quindi ti senti in difetto; i momenti in cui, per ogni tua singola mossa, ricevi il cazziatone epico e quindi ti fanno sentire sbagliato.

Ecco, io credo di aver appena portato un’innovazione in questo campo. In questi ultimi tempi, infatti, non solo per ogni cosa che faccio ricevo un cazziatone, ma sono io stessa a convincermi di aver sbagliato e quindi chiedo scusa a raffica, anche senza aver ben focalizzato il problema. Non so se ciò accade perché loro sono bravi nell’opera di convincimento o se io ho l’animo debole e mi lascio buttare giù facilmente.

Perché quello che mi porta a sbagliare in continuazione – secondo quanto mi viene prontamente sottolineato dagli altri – è che io parto a fare le cose con la convinzione che possa funzionare. Non credo di star sbagliando fin quando non mi arriva la grandinata delle cazziate sulle spalle: a quel punto, però, mi sento una schifezza e abdico.

Non riesco nemmeno a capire se, perciò, i miei sono veri errori o la gente si è accorta che mi arrendo facilmente e può sfogarsi con me. Per precauzione inizio a camminare col capo costantemente coperto di cenere, così mi tengo pronta a ogni evenienza.

6 pensieri riguardo “Cenere sulla testa

  1. Ciao!
    Hai un modo molto bello di mettere in ordine descrittivo quello che confusamente ti assale in testa.
    A mio modo di vedere, e per esperienza, tenere il capo chino non fà altro che impedirti di vedere dove stai andando.
    Nella vita di ognuno l’errore maggiormente “accettato” è quello di considerare il parere altrui DOGMA!
    “Mio padre mi ha detto che…
    Il mio fidanzato ha riso perchè…
    Lel ha fatto meglio perchè…”
    Dato che io, in questo momento, sono l’altro (quindi demiurgo della conoscenza perfetta) ti esorto a riflettere su un pensiero.
    Si definisce sindrome da gamberetto (non è il termine medico più diffiso…in effetti penso che dovrebbe contenere qualche arcaico termine latino)
    Quando i gamberi vengono pescati e messi nel secchio, succede una cosa curiosa.
    Se qualcuno di loro tenta di conquistare la libertà, gli altri lo attirano verso il basso.
    Questo semplice esempio è per presentarti una verità che “gli altri” non ti dicono…
    Anche loro hanno sbagliato e vivono nel terrore che altri possano riuscire ricordando a loro stessi che non hanno avuto il coraggio di rialzarsi.
    Buoni fallimenti anche a te! ^_^
    “Ho provato, ho fallito. Non importa, riproverò. Fallirò meglio.” (Samuel Beckett)
    “Ho sempre tentato. Ho sempre fallito. Non discutere. Fallisci ancora. Fallisci meglio.”
    Ho provato, ho fallito. Non importa, riproverò. Fallirò meglio. (Samuel Beckett)
    Ho sempre tentato. Ho sempre fallito. Non discutere. Fallisci ancora. Fallisci meglio.

    Piace a 1 persona

    1. Hai sicuramente ragione e, nonostante i miei piagnistei, non sono la tipa che si lasci a scoraggiare, quindi continuerò tranquillamente a sbagliare. Sono contenta, però, che il mio sfogo venga capito anche da voi lettori, che subite i miei vaneggiamenti.

      Piace a 1 persona

      1. “hai sicuramente ragione” O.O

        Arghhhhh

        Nooooo! Non ho “sicuramente” ragione”

        Ho il mio modo di vedere la mia verià con gli occhi della mia esperienza.

        Sbaglia e gioisci!

        “una persona che non ha mai fallito è una persona che non ha mai tentato!”

        Se vedi che nel nel modo “classico” che hai sempre fatto il risultato non funziona…

        Cambia il modo non l’intento!

        Ma sicuramente ho ragione 😉

        "Mi piace"

  2. Credo che ci sia molto di ironico nel tuo post… noi siamo la somma di tutte le nostre esperienze, quindi anche degli sbagli…ma uno sbaglio devi essere tu riconoscerlo, mai gli altri. Nel mio infinito sadismo mi capita di sbagliare apposta per fare incazzare gli altri… 🙂

    "Mi piace"

      1. Dovresti chiedere scusa solo quando dentro di te ti rendi conto di aver commesso qualcosa di ingiusto o avere offeso qualcuno che non lo meritava. In tutti gli altri casi le scuse non sono dovute… 😉

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...