Il sospetto

Se si rimugina troppo sulle cose, si finisce a creare complotti mondiali. O forse no?

Qualcuno ti fa un’azione che non ti convince. Badate bene, non è direttamente e inequivocabilmente cattiva come azione, anzi in apparenza ha il sapore di uno scherzo che non comprendi fino in fondo. Però resta il fatto che quella azione non ti convince.

Allora inizi a ricordarla, ripensarla, e indugi sulle zone dove il mistero si infittisce e l’azione ti sembra più ambigua. Visto che sono solo elucubrazioni tue, non ti metti certo a chiedere a chi ti ha fatto l’azione di spiegarti i punti bui!

Così inizia la fase in cui sostituisci i buchi nella comprensione con quello che tu credi possa essere successo davvero o quelle che dovevano essere le vere intenzioni. A questo punto tutti gli agnelli sono travestiti da lupo: le peggiori intenzioni fanno capolino da dietro l’azione misteriosa e ti fanno pure ciao ciao con la manina, perché sanno che non potrai mai attaccarle.

Sì, perché, anche se dopo un po’ ti sembreranno l’unica spiegazione logica, sono comunque solo supposizioni tue. Potrai mai affrontare a muso duro chi (tu credi) ti ha offeso con in mano solo delle supposizioni (per quanto logiche)?

E quindi la bella bomba nucleare che avevi preparato dentro di te si sgonfia come un palloncino a festa finita. Se c’è qualcuno che si sarà fatto male quel qualcuno sei tu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...